Superfood

Superfood

Dai un'occhiata più da vicino a questi cibi di tendenza!

Il termine superfood è molto utilizzato nei media ed è anche molto dibattuto. Con questa parola si tende ad enfatizzare i benefici per la salute di alcuni alimenti, si dice che donino più vitalità e talvolta sono persino pubblicizzati come vere bombe vitaminiche. Ma quando un alimento può essere definito un superfood? A questo termine vengono spesso associati frutti esotici come l'acai o le bacche di goji, ma esistono anche dei superfood locali? Di seguito abbiamo riassunto i punti più importanti per te!

Solo un termine di tendenza o un fatto?

La parola inglese "superfood" è un termine commerciale che ha ricevuto una grande spinta in relazione a forme di alimentazione alternative, come ad esempio il veganismo. Ciò è dovuto principalmente al fatto che le persone che seguono una dieta vegana e che sono particolarmente attenti alla nutrizione, spesso devono integrare i nutrienti mancanti per non andare incontro a carenze. Anche altri aspetti, come il rallentamento del processo di invecchiamento o il rafforzamento del sistema immunitario, sono argomenti spesso tirati in ballo in connessione con i superfood. L'attenzione si concentra talvolta anche sull'effetto positivo sui livelli di zucchero nel sangue. Solitamente in questa categoria rientrano alimenti di origine vegetale molto ricchi di vitamine, minerali, acidi grassi omega-3 o altri nutrienti preziosi.

Come consumare i superfood

Questi alimenti sono spesso venduti essiccati, oppure come purea, oppure come estratti in capsule o in polvere. Molte ricette raccomandano di utilizzare i superfood come aggiunta, ad esempio, al muesli o ai frullati. Diciamo che, in generale, è importante seguire una dieta sana che preveda molta frutta e verdura, poca carne e poco zucchero. Ovviamente in caso di assunzione di farmaci, è necessario prestare attenzione all'interazione tra questi e i superfood nonché alle quantità somministrate, soprattutto quando si tratta di superfood sotto forma di capsule o polvere. Dosaggi eccessivi possono portare, infatti, a intolleranza. Qui puoi trovare una selezione di superfood di vari tipi e in molte varianti.

Devono essere sempre esotici?

La domanda sorge spontanea: i superfood devono sempre essere esotici come le bacche di goji, le bacche di acai, i semi di chia o il cacao crudo? In effetti, questi sono alimenti che contengono una quantità di antiossidanti superiore alla media. Ma esistono anche dei superfood di provenienza locale? Certo che sì! Alcuni esempi: l'ortica, il tarassaco o il prezzemolo, che crescono normalmente anche dalle nostre parti, così come il cavolo o i mirtilli. Lo sapevi che anche le alghe sono considerate un superfood? Le alghe sono disponibili anche qua da noi, tutto l'anno, ed esistono ad esempio diverse start-up che producono prodotti innovativi a base di alghe. Anche svariati oli, la maggior parte dei quali sono di produzione locale, possono essere dichiarati superfood, come ad esempio, l'olio di semi di zucca stiriano.

Conclusione

I superfood non possono sostituire una dieta equilibrata, ma possono sicuramente essere integrati in una dieta sana. Essi possono diventare particolarmente importanti quando si trova meno frutta e verdura di stagione, perché spesso sono vere bombe vitaminiche. Oltre a ciò, offrono una più ampia selezione di cibi e quindi portano più varietà alla nostra dieta. Sono adatti a tutte le persone, importanti soprattutto per chi magari mangia in modo meno sano, per fornire preziosi nutrienti e sostanze vitali. Inoltre, i superfood locali, come i mirtilli o i broccoli, possono essere congelati per i mesi invernali.

La nostra conclusione sul termine "SUPERFOOD"? Sono sicuramente un'ottima aggiunta per integrare la nostra dieta quotidiana!